Il troppo..STROPPIA.

15:49:00

Ciao a tutti..Oggi vorrei liberarmi da fatti che porto dentro da tempo e che non sopporto veramente più..La scorsa settimana ho dato via ad un'iniziativa sulla pagina Facebook di questo blog "una fashion blogger al giorno, toglie il medico di torno" ; consiste in piccole ed informali interviste alla rappresentante di un fashion blog, e si svolge attraverso commenti e partecipazione di altre persone, venute a sapere dell'intervista attraverso un apposito evento creato sul suddetto social network. è un'idea che avevo già notato e che ho deciso a mia volta di mettere in atto, principalmente perchè mi piace scrivere ma sopratutto ascoltare e capire e poi perchè avevo voglia di sentire la voce, la voglia e la passione delle altre ragazze che come me si dedicano ad un blog.  Alcune di queste poi le posterò qui così se vorrete, potrete capire per bene come funzionano. 
Questa premessa l'ho fatta perchè l'intento principale di questo progetto sta nel VEDERE/CAPIRE come le fashion blogger si muovono all'interno del settore moda, cosa fanno per collaborare con determinati brand, quali sono le loro competenze..e quando le ragazze, in questo caso la prima ed unica per il momento che ho avuto il piacere di intervistare, Veronica Otta di "The curly Way" mi rispondono che si dedicano quotidianamente alla stesura di articoli per riviste come Style.it, di post ricchi di informazioni e punti di vista per il loro stesso blog ecc ecc io ne rimango più che contenta, perchè penso "cavolo allora tutti con un pò di impegno, costante dedizione e passione possiamo raggiungere quello che vogliamo"..In realtà non è così. Nei blog di Fashion Blogger di affermato successo si vedono post pieni stra colmi di outfits che per l'amor del cielo, foto fantastiche, accessori e abbigliamento da dio, ma assolutamente privi di contenuti, di spiegazioni tecniche..uno, due, tre così ci stanno, dopodichè da una ragazza/o conosciuta in tutto il mondo, invitata costantemente alle sfilate, acclamata da milioni di persone, stimata da stilisti di fama internazionale, io personalmente mi aspetto qualcosina in più, invece un lettore, un follower, non può fare altro che limitarsi a commentare con : "che carina quella giacchetta, di chi è?" e tal volta o non si riceve nemmeno una risposta o ci si sente dire : " è di Chanel, 7.800euro".
Con questo voglio dire..perchè solo coloro che hanno soldi a palate, che si fanno costruire un blog da un grafico del design senza metterci nulla di proprio apparte la faccia, che si possono permettere tutto quello che la moda offre , vengono invitate dappertutto, sono stimate da molti stilisti, gli vengono inviati gratuitamente a casa oggetti di alto valore ed invece molte persone che vorrebbero con tutto il cuore lavorare per una testata giornalistica di moda, dietro un backstage, accanto ad uno stilista, con una passione ed una volontà che spaccano tutto ma sopratutto con ampie conoscenze del settore e che però non appartengono alla categoria benestanti, non vengono nemmeno prese in considerazione? Sarebbero proprio loro a rivoltare il mondo, con le loro idee, le loro innovazioni, la loro energia, la loro voglia di tornare a casa con il mal di piedi. Al giorno d'oggi, chi ha un bel blog, tante visite, e foto spettacolari che immortalano visi angelici e borse da milioni di euro, può entrare in questo settore, che abbia competenza o meno? CHI SE NE FREGA..Chi invece non ha una reflex, ma una semplice panasonic o canon o qualsiasi altra macchina fotografica e indossa H&M, Zara o mercatini vintage, nonostante il talento, rimane a casa. Aggiungendo poi il fatto che esistono molte scuole qui in Italia che ti permettono di ottenere una qualifica in fashion designer, fashion stylist, fashion communication e chi più ne ha più ne metta..peccato che tutte, nessuna fa eccezione, prevedono delle tasse annuali stratosferiche, impossibili da sostenere per chi conduce una vita modesta. 
Tutto ciò mi indigna moltissimo, ci tengo ad aprire un blog e percepire la COMPETENZA nel settore dell'autore, non si può essere invitati a destra e manca e limitarsi a dire che il party di chiusura è stato fantastico, accompagnato da personaggi famosi. Io lettrice vorrei sapere da te che hai la fortuna di assistere a questi eventi, da quali idee è nata quella determinata collezione, il materiale degli abiti, la filosofia dello stilista nel disegnare e progettare, del post party me ne può fregare di meno, o quanto meno visto che fa parte dell'evento, parlamene si, ma alla fine del tuo post, per concludere in leggerezza. 
Vi assicuro che non faccio di tutta l'erba un fascio poiché alle volte mi sono ritrovata davanti a dei post magnifici, ricchi di spiegazioni, di approfondimenti, di link, di immagini relative l'esperienza passata e ne sono rimasta estasiata, a bocca aperta, contenta di quello che i miei occhi avevano letto e di quello che la mia mente aveva percepito. 
Io non sono famosa, il blog l'ho aperto semplicemente per conoscere quante più persone possibili con la mia stessa passione, scrivere a più non posso (perché è ciò che più mi piace) , ampliare le mie conoscenze, che sono conoscenze di base al momento, e lo dico con tutta tranquillità, attraverso le letture dei blog più maturi delle altre ragazze, e con una normale laurea triennale (che non richiede tanti soldi) e un semplice master di specializzazione nel settore moda, sperando di lavorare un giorno per qualche azienda o rivista. Non avrò bisogno di diventare famosa, ma semplicemente di sentirmi libera, realizzata ma sopratutto competente grazie agli studi e alle mie più grandi passioni.


Giada.

You Might Also Like

18 comments

  1. Ciao Giada,è la prima volta che passo nel tuo blog e mi sono soffermata su questo post perchè anch'io da poco ho un blog e più mi guardo in giro e più mi cheido come fa ad avere tanti followers e commenti un post di tre righe...
    Personalmente ho una reflex ma uso sempre la digitale perchè è più comoda da portare in borsa,anche se ultimamente ho poche occasioni di farne dato che lavoro..
    Spero di recuperare con la fashion week di milano..
    Per quanto riguarda gli eventi,spesso le fonti non vengono rivelate perchè suscitano commenti come:ah bastava fare così?????????
    Per esempio io vado alle fiere a Milano perchè negozi con cui sono in stretto rapporto mi danno i pass,alle sfilate ho partecipato una sola volta perchè all'azienda dei miei (che lavora nel settore) hanno dato gli inviti ma ora sono sempre più difficili da reperire da noi gente COMUNE..poi i party,bhè alcuni si sono su invito ma per esempio il Vogue talent corner da l'anno passato è aperto al pubblico dal giorno seguente l'apertura ed è facile farsi le foto lì e dire:festa al Vogue bla bla bla!!!
    Personalmente credo che se si indossano firme come gucci,D&G,armani,celine e altri è normale risultare più "fashion" ma il vero stile non è indossare quei capi,perchè stai solo accozzando abiti che qualcuno ha preparato per te..mixare abiti di vario genere,colori,stili,e abbinare gli outfit giusti alle occasioni invece di dire:ma è un prada vintage!!
    Si grazie ma fa schifo comunque e sei ridicola!!!
    Tutto questo per dire che chi non è dentro il settore spesso si fa abbagliare da cose che luccicano ma non sono oro..
    Spero di aver fatto un commento esaustivo al tuo post..
    Passa dal mio blog e a presto
    Baci E.M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! concordo infatti con quello che hai detto, la moda, anzi lo stile non è dato da quattro firme messe insieme. e secondo me chi non è dentro il settore capisce molto più di coloro che ci stanno dentro..io mi riferisco alle fashion blogger..se vai ad un evento, nel post in cui lo descrivi devi mettermici anche perchè è nato quell'evento, di cosa si è parlato, cosa si è visto. Chi sta al di fuori apprezza molto di più, e sono pochi gli eventi a cui può andare, sederti ed assistere..ad una sfilata di alto prestigio, se non hai tanti tanti soldi, non ti vesti prada, gucci, mcqueen e via dicendo non sarai mai invitata e di conseguenza non avrai mai la possibilità di esprimere il tuo punto di vista al massimo.
      comunque passo dal tuo blog volentieri.
      grazie del commento.

      Elimina
  2. Hi Giada,

    I started a new blog. Its called "Same Same But Different". I would like to share with you my view on fashion, art and other amazing things. I hope you will enjoy the posts of my outfits, fashion and things which are a part of my life. I am happy about every comment or message. And please dont hasitate to criticize or to leave a helpful suggestion. (and i know i really need to learn how to use my camera)

    -> http://www.ssbdk.blogspot.com/

    Hope to read from you soon,

    best wishes and greets from London
    Kamila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I've just seen your blog! I like it very much, really! I like the design and the photos! :)

      Elimina
  3. Una blogger intelligente da al mercato ció che il mercato vuole! Le fashion blogger ormai arrivate " ai piani alti " hanno capito ció che le ragazze , le loro followers , si aspettano dalla loro pagina e hanno agito di conseguenza.
    Personalmente non me la sento di criticare persone che grazie a un post di tre righe sono arrivate al tappeto rosso, evidentemente hanno soddisfatto le aspettative delle proprie lettrici e mi sembra ci sia poco da biasimare.
    Non so se hai seguito blog come quello di Chiara Ferragni, ma visti i tuoi interessi presumo proprioé di si.. Borse e scarpe costose sono arrivate dopo, l' unico appunto che puoi farle è che è riuscita a sfruttare bene l' ambiente in cui vive, non possiamo negare che questo l' abbia avvantaggiata rispetto ad altre ragazze, ma d' altro canto, anche il crearsi i contatti giusti rientra nelle capacità e nella determinazione della persona.
    Non prendere il mio commento come una critica, è sola la realtà delle cose.
    In bocca al lupo per il tuo blog!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. proprio per quello che dici anche tu..tante come Chiara ferragni sono riuscite a sfruttare bene l'ambiente in cui vivono, così come il crearsi contatti giusti, ma ci sono riuscite perchè hanno un certo livello economico. Sicuramente una ragazza con mille sogni, passioni e volontà pari a quelle della Ferragni o di chiunque altro ma con una situazione economica decisamente più bassa, non sarebbe nemmeno stata presa in considerazione. Mi viene da citare il post di una ragazza di cui non mi ricordo il nome, che arrivata al party di Luisa Via Roma venne miseramente etichettata con : AH NON è LA FASHION BLOGGER CHE STAVAMO ASPETTANDO! Voglio dire, dove sta il rispetto per le persone che nonostante i loro soldi in tasca ci mettono anima e corpo in quello che fanno e vorrebbero a tutti i costi riuscire a "sfondare" come altri? anche volendo le scuole che ci sono, non te ne danno la possibilità, visti i costi, quindi o ti vesti firmata, ti fai fare il blog da qualcuno di esperto nel campo e frequenti scuole rinomate, oppure ripeto, rimani a casa.
      io apprezzo il tuo commento, ma non sono decisamente d'accordo. La realtà delle cose per me sta nell'apprezzare la persona in sè e in tutto ciò che ha da offrire per un determinato settore, che si parli di moda o di quant'altro. Nel campo delle fashion blogger, non è così.
      Purtroppo in tanti non riescono ad essere obiettivi a riguardo.

      Elimina
    2. poi quando dici : Le fashion blogger ormai arrivate " ai piani alti " hanno capito ció che le ragazze , le loro followers , si aspettano dalla loro pagina e hanno agito di conseguenza. Beh su questo non c'è dubbio, e sicuramente se si desse la possibilità a tante altre ragazze, anche loro darebbero alle loro followers quello che si aspettano.

      Elimina
  4. Ciao bella ;)
    I like your blog! I support you and follow you now (on bloglovin and google friend connect). Hope you follow back :)

    greetings
    http://www.styleundsein.de

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! thank you so much! Follow back! :)

      Elimina
  5. Sicuramente la meritocrazia nel nostro paese ancora non è molto considerata, però bisogna anche dire che forse il campo della moda è quello dove il talento viene giudicato in modo più obiettivo; quello che voglio dire io è che se una ragazza è talentuosa e riesce in qualche modo a farsi notare troverà la sua strada. Senza ombra di dubbio Chiara Ferragni ha avuto come trampolino di lancio il fatto di abitare a Milano (capitale indiscussa della moda) e di frequentare la Bocconi, ma stai pur certa che se non avesse avuto le capacità non sarebbe arrivata dove è adesso , lei come tante altre. La passione tal volta non basta, servono anche astuzia e faccia tosta!
    Per quanto riguarda l' università è vero, sono molto costose e quasi tutte private, ma ti assicuro Giada che nessuno degli stilisti è laureato, almeno non nel campo della moda, Miuccia Prada ha frequentato Scienze Politiche, per citartene una: il gusto, lo stile, il coraggio ( e ti assicuro che in questo ambito per sfondare ce ne vuole tanto) non te lo insegna nessuno!
    Il mio commento come ti ho detto prima non vuole essere una critica, anzi è un modo per spronarti a non abbandonare questo tua passione perchè se hai le capacità sarai sicuramente ripagata, indipendentemente dalle tue possibilità economiche.
    Ancora Buona Fortuna!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io oltre a vestiti super firmati in chiara ferragni di grande talento non è che ne veda poi così tanto..al contrario di quello che hanno molte altre persone (e non mi riferisco a me, non voglio sfondare ne come fashion blogger, ne come fashion designer o fashion stylist, questo mio blog come avrai notato pecca di NON COMPETENZA, è nato semplicemente per scrivere e condividere con altre persone le mie passioni)..gusto, stile e coraggio, 3 aggettivi che mi piacciono, ma ai quali dovresti aggiungere COMPETENZA! Il mio post vuole solo mettere in risalto che quando si aprono dei blog ogni tanto oltre a vestiti, abiti, e t-shirt firmate sarebbero gradite spiegazioni tecniche! e visto che hai citato la Ferragni, nei suoi post, di competenza non ce ne è..bisogna essere obiettivi..poi che sia diventata abile a muoversi nel settore, è un altro conto, non c'è dubbio, ma la convinzione che tutti quelli che hanno volontà e coraggio ce la possano fare proprio come lei, non me la toglie nessuno, se solo fossero considerati un pò di più dalla società. Vedo Blog in giro ricchi di post interessanti ma privi di collaborazioni con altri, come mai?
      Poi le scuole di cui ti parlo io non ti rilasciano una laurea, bensì attestati.
      direi che la fortuna gioca un ruolo fondamentale in questo campo(fashion blogger).

      Elimina
    2. comunque grazie per i tuoi "in bocca al lupo" con il mio blog, peccato che non voglio fare la mia fortuna con un diario virtuale, perchè è questo per me, un semplice diario dove condividere passioni , pensieri, Grazie, Ciao.

      Elimina
  6. I love your fashion pics!

    Now supporting your blog and following on GFC and blog lovin! hope you follow me to :-)

    http://whatkimmididnext.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you so much! Follow back! :)
      Giada

      Elimina
  7. Sinceramente leggendo questo post ho pensato subito anche io alla Ferry:inutile negarlo,lei di fortuna ne ha avuta tanta.Io l'ho scoperta qualche anno fa tramite Lookbook ed il suo blog mi piaceva moltissimo per vari motivi,in primo luogo perchè era una bella ragazza,semplice e dava spunti interessanti (tanti siti online di moda li ho scoperti grazie a lei)in secondo luogo perchè viaggiava molto e faceva delle foto stupende. Secondo me ha avuto molta fortuna perchè è stata una delle prime in Italia ad aver proposto una cosa del genere,perchè ha avuto persone che l'hanno supportata (moroso fotografo,web designer insomma un tuttofare!)e perchè è oggettivamente una ragazza abbastanza bella.Oggi il suo blog è molto cambiato,è diventato molto più "professionale" e molto meno "personale",lo considererei quasi come una vetrina dove lei è il manichino e ci mostra a random tutte le cose che le vengono regalate (a volte mi chiedo come cacchio faccia a far diventare pacchiano un accessorio Chanel o a fare certi abbinamenti orribili con pezzi che presi singolarmente sarebbero strepitosi).
    Per quanto riguarda la COMPETENZA,lei e tante altre non ne hanno,ma credo che probabilmente se l'avessero avuta non sarebbero diventate famose grazie ad un blog ma magari grazie a mezzi più radicati come i giornali oppure sarebbero diventate stiliste etc.etc.
    Io per ora non ho aspirazioni nel campo della moda,la considero solamente una passione e quindi non ho competenze nè tantomeno conoscenze però credo che per riuscire ad entrare in un mondo come questo servano soldi,visibilità ed ovviamente fortuna.Capisco la tua rabbia,anche in tutti gli altri campi se conosci gente ai piani alti il tuo cammino è spianato,inutile negarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Audrey, il tuo commento è l'esatta interpretazione di ciò che volevo dire in questo post..Quando dici che se tante non avessero avuto competenza probabilmente non fossero arrivate a questi livelli, beh forse hai ragione, non lo so, so solo che non mi sembra molto giusto, tutto qui. Proprio come te, anche io non ho aspirazioni nel campo della moda, è e penso che resterà solo una bella passione, di cui parlo volentieri con voi..da qui il motivo dell'apertura di questo blog.

      Elimina
  8. Un solo nome : Chiara Ferragni.
    Fashion Blogger che gli stilisti si contendono, i brand la cercano per collaborazioni posso citare Mango, Yamamay e la linea che ha creato insieme alle sue colleghe,Werelse.Ecco,si tratta di questo, di arrivare a creare capsule collection, non sapendo nemmeno cosa si sta facendo.
    è vero che il mondo della moda è complicato, serve fortuna, contatti giusti ma troppo spesso vengono dimenticate le capacità, che spesso queste ragazze non hanno.
    Anche io ho un blog che si occupa di moda, ma non mi farò mai foto, e non le posterò mai sul blog, perchè per me rappresenta una passione e credo di non essere in grado di poter dire a chi mi legge, questo è OK COMPRATELO, oppure no. Spesso queste ragazze, fanno un polverone di abiti,accessori,scarpe che fanno a cazzotti fra di loro, definiscono tutto "amazing", e il loro vero gusto personale lo dimenticano, per esigenze di marketing. Ecco, noi non siamo fashion blogger, perchè la moda è una passione, non il nostro lavoro, però credo che chiunque abbia una passione, debba essere rispettata e non messa da parte, solo perchè non vive a Milano, e non ha i soldi! Ragazze mie, siamo meno fortunate, ma sicuramente più creative, perchè nessuno ci impone lo stile, siamo libere e quella è la cosa più importante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. era proprio quello che intendevo dire!!!

      Elimina

Actually you love

Mai 'na Gioia? Da Intimissimi puoi.