La convenzionalità non fa testo : Shaun Ross

12:21:00

Nome : Shaun Ross
Età : 21
Nato a : New York (Bronx)
Il : 10 Maggio 1991
Occhi : Verdi
Capelli : Biondi
Altezza : 1.85cm
Professione : Modello, rapper ed ex ballerino non professionista
Segni Particolari : Albino


Nel settore della moda, poco ci si adegua alle norme morali, estetiche o alle regole di costume prevalenti in una società.
Ciò non è altro che un bene per la comunità, per gli stereotipi e per Shaun Ross che ha così ottenuto un discreto successo, nonchè il diritto di adito al fashion system.
Modello statunitense di origini afroamericane con discendenze italiane ed indiane, fino all'età di quindici anni ha vissuto e frequentato le scuole del suo quartiere d'origine, il Bronx.
Attraversando strade tortuose e ben poco in discesa, tra prese in giro per il colore della sua pelle, così troppo chiara e soprannomi a lui additati.
Nonostante ciò, non molla le sue passioni, amante della danza e della musica, partecipa al music-video E.T della cantante Katy Perry.
Fino ad arrivare sulle prestigiose passerelle di Alexander McQueen e Givenchy.
Ha posato per servizi dallo stile androgino ma è lui stesso ad affermare che il titolo di questa grande padronanza e versibilità è detenuto dall'ormai iconico Andej Pejic
Con il passare del tempo, il suo mood è decisamente cambiato, ad oggi lo troviamo in modalità gentleman, un uomo serio, dalla forte personalità.
Ed è a quest'ultima che si riferisce quando dichiara di non prestare molta attenzione ai capi da portare, mette qualsiasi cosa, alla fine i vestiti non ti indossano, sei tu che li indossi e se non hai la personalità giusta non ti staranno mai bene.


Che tu sia bianco o nero non ha nessuna importanza, ad avere voce in capitolo è il costante essere se stessi. 
Spesso, la passerella dello stilista ma sopratutto la collezione, ha bisogno di una personalità che riesca ad incarnare i principi, i valori ed i messaggi che si porta dietro da mesi di lavoro, che vuole trasmettere a chi la contempla da una prima, terza o quarta fila.
Spesso la moda non cerca la bellezza fisica in sè, quanto piuttosto l'armonia, l'eleganza e il fascino che modelli come Shaun Ross impersonano.
Vedere sfilare ragazzi dalle simili doti comunicative, apre o almeno dovrebbere, le menti perchè a fare la differenza (negativamente parlando) non è un albino.
Photo Credits | VOGUE 


Giada.


You Might Also Like

4 comments

  1. Ciao Giada,

    E' une bel articolo ma penso e trovo che il mondo delle passarelle è più aperto per quanto riguarda gli uomini. Il fatto che Shaun Ross sta avendo più successo sicuro che sarà dovuto al fatto che sia albino ma anche perché ha personalità. Si trovano sempre di più modelli che sulle passerelle non sono solo li' per indossare i vestiti di uno stilista ma lo incarnano, incarnano il brand ed un certo tipo di mascolinità che si avvicina alla loro personalità. Per le donne non ho per niente questa impressione per il semplice fatto che non mi ricordo mai ma MAI di una modella perché hanno quasi tutte le stesse caratteristiche. Dicono Kate Moss, Gisèle, Heidi Klum ecc..ma per me non hanno niente di speciale (vabbè che sono comunque modelle eh..), l'unica che trovo che abbia una vera personalità e che traspare nel suo lavoro di modella è Agyness Deyn.

    Baci

    Shug Avery di Incognito

    http://www.thinkincognito-it.blogspot.com

    ps : la nuova grafica del tuo blog mi piace, sembra molto più professionista !

    RispondiElimina
  2. Sisi il mondo delle passerelle è molto aperto a riguardo ed infatti mi riferivo ad un apertura mentale della società in generale, al di fuori di ciò che avviene nel settore moda che già di per è maestra nel far scendere in campo personaggi assolutamente NON convenzionali.
    Forse mi sono espressa male.
    Per quanto riguarda le donne, forse ciò di cui parlo nell'articolo non avviene nelle passerelle perchè come dici tu, molte hanno stesse caratteristiche ma riferendomi a shooting e campagne pubblicitarie cartacee o telematiche che siano, c'è invece una grande possibiltà di scelta, sopratutto per quanto riguarda donne aventi un sorriso con diastema, ovvero, un'apertura tra i denti centrali dell'aracata superiore. Qualche esempio : Lindsey Wixon e Lara Stone.
    Grazie per il tuo commento, baci.

    RispondiElimina
  3. Secondo me il problema non è essere "convenzionalmente" bello.
    Secondo me se puzzi è il problema!

    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ??? infatti il problema dell'essere convenzionalmente bello, nel suo caso, non si pone proprio e il post mi pare che parli chiaro a riguardo.

      Elimina

Actually you love

Mai 'na Gioia? Da Intimissimi puoi.