Cosa vuoi di più dalla vita? Un amico gay, please.

12:15:00


Cosa vuoi di più dalla vita?
Ma quali borse, quali vestiti, quali viaggi, quali sogni.
Chi trova un amico gay, trova un tesoro. In tutti i sensi. 
Datemi un amico gay please.
Basta con tutte 'ste menate sulle differenze, sul sesso e sugli orientamenti. La persona gay o omosessuale (chi usa altri termini è una persona viscida che nemmeno il serpente di Eva nell'Eden) è tale e quale all'etero. Veramente, non se ne può più. Non si può più sentire che ragazzini appena adolescenti si suicidano perchè derisi, emerginati e feriti psicologicamente da questa società marcia dentro e fuori. 
Se non lo sapevate, l'omosessualità non è una malattia, non è una patologia, non è un cancro diagnosticato ai polmoni. L'omosessualità è un orientamento sessuale e come tale deve essere rispettata, oggi, domani e per sempre. Non lede nessuno, non ferisce il prossimo, non è qualcosa da abbattere o eliminare. Sono altre le cose per cui vale la pena battersi, sono le malattie a dover essere curate, sono le persone bisognose a dover essere aiutate. Sono le disgrazie quelle che feriscono. L'uomo gay è una gioia e se lo trovi te ne innamori. Finiamola, punto e basta. 
I gay sono un'altra storia. Sono la vitalità fatta in persona. Sono il risultato di un mix tra eleganza, educazione, raffinatezza, felicità e risate allo stato puro. Sono persone in carne ed ossa, esseri viventi come tutti ma per fortuna con una mentalità ed un gusto molto lontano anche solo da quello che gli omofobi possono immaginare. 
Toh, che poi in fin dei conti, hanno tutto quello che manca a chi per primo, si batte contro queste stesse persone. Quindi se proprio te la vuoi prendere con qualcuno, prenditela con te stesso che evidentemente sei più inutile del sale nel budino (Cit.) . 
Volevo un amico gay che potesse finalmente farmi vedere il mondo da un'altra prospettiva e l'ho trovato. E con lui ho trovato un motivo in più per disprezzare chi invece non si è mai trovato di fronte a qualcosa di realmente difficile ed innaturale, qualcosa per cui davvero varrebbe la pena sbracciarsi le maniche e lottare affinchè possa finire e non tornare mai più. Ecco. 

Prima di parlare quindi, pensate che è gratis. 


Ciao,
G


You Might Also Like

2 comments

  1. Sono ancora scioccata, amareggiata e disgustata dalla notizia dell'ennesimo suicidio per omofobia.
    Stufa della ghettizzazione e della frustrante tendenza a classificare, differenziare.
    Io non ho amici etero e gay. Io non ho amici maschi e femmine. Io ho amici, punto: pochi ma ottimi!
    Poi che quelli che sono omosessuali, gay o come si preferisce, abbiamo una marcia in più è innegabile e forse è questo che spaventa tanto gli omofobi, gli ignoranti e compagnia bella: l'idea che qualcosa sia migliore di loro perché si sentono sopra tutti.
    Se poi è uno con tendenze sessuali che loro non riescono a comprendere in quanto essere limitati e monocellulari, allora sì che non ci arrivano. Ma non hanno capito che solo loro hanno problemi. Mi fanno pena.

    Ho apprezzato un sacco questo post. Ne servirebbero di più al posto di quelli vuoti ed inutili che vedo in giro in gran parte della blogosfera.
    Perciò brava - amen sorella -! Quoto tutto.

    Alla prossima,
    G.

    RispondiElimina
  2. Sono assolutamente d'accordo!Siamo tutte persone,amiamo e mangiamo tutti nella stessa maniera.BASTA! Passa da me.;-)
    www.andreaswag.com

    RispondiElimina

Actually you love

Mai 'na Gioia? Da Intimissimi puoi.