Event : B.Yu Blogger Day Firenze, the report.

20:50:00


Sono sicura che vi ricordate dell'evento B.Yu accennatovi qualche giorno fa in questo post. Oggi sono qui per svelarvi tutti i dettagli del blogger day avvenuto lo scorso sabato a Firenze presso lo store Guido Sacchi. 
A provare la nuova collezione autunno/inverno 2014 io ed altre nove blogger dell'indice Toscana&Blogger
Sono logorroica, ormai è un dato di fatto dunque non potrei limitarmi mai e poi mai a dirvi cosa abbiamo fatto in quattro e quattr'otto. Partirei dall'inizio, da quando mi è stata proposta la partecipazione a questo evento. E vi dirò la verità. Non conoscevo B.Yu ed andando a sbirciare il sito e la pagina ufficiale facebook del brand, mossa dalla mia solita irrefrenabile curiosità e voglia di saperne sempre una in più, ho notato che i capi non erano di mio gradimento. Mi piaceva il mood che B.Yu voleva trasmettere, la filosofia su cui basava i suoi lavori ma d'altro canto non ero attirata dallo stile in sè. Tra me e me mi dico che probabilmente il giudizio era stato quello che si ha quando si ascolta una canzone per la prima volta. Non ti piace, poi la risenti miliardi di volte come non ci fosse un domani, il ritmo ti entra dentro e alla fine la canticchi la mattina appena sveglia quando al massimo sei in grado di tirare su la tazza del caffèlatte. 
Dunque accetto, consapevole di questa cosa e del fatto che toccando con mano i capi e l'intera nuova collezione avrei potuto dare conferma a questa ipotesi oppure smentirla alla grande. 
Secondo voi? 
Arrivo a Firenze, abbraccio le colleghe toscanacce, ne conosco di nuove e in stile Upper East Side, fermiamo due taxi per arrivare a destinazione. Una grande accoglienza è quella che ci ha travolte, a partire dalla dolcezza ed estrema disponibilità di Angela, pr e anche lei membro dell'indice Blogger fino ad arrivare al personale del negozio, la make-up artist e tutto lo staff in generale. Non era il caso di perdere tempo e fra un bacio ed un altro ci è stata mostrata la selezione di capi della nuova collezione. Dal vivo erano tutta un'altra cosa. La mia ipotesi era stata smentita e da chi se non dallo stesso soggetto che l'aveva sollevata? Lo style lab comincia ed io mi sbizzarrisco creando tre outfit, ognuno dei quali dal sapore completamente diverso. 
Al di là di quello che è il mio solito modo di vestire, ho deciso che avrei comunque sperimentato nuove forme stilistiche che a dir la verità non guastano mica, anzi, ti fanno sentire una persona diversa, a volte migliore. 
Mentre le altre si sottoponevano al favoloso lavoro della truccatrice, io che giocavo d'anticipo, ho dato il via alla parte creativa. 
Per il primo outfit - anche se avete già visto qualcosa sul mio account instagram - ho scelto un paio di skinni neri ed una blusa con stampa a righe in seta e polsini con gemelli da abbinare alle mie stringate lucide. Per dare un tocco più glamour ma comunque casual, un girocollo coloratissimo, cangiante e dai mille colori tendenti al verde, al blu notte e al turchese. I pantaloni erano comodissimi, quasi non li sentivo e la camicetta scendeva morbida sui fianchi per stringersi poi ai polsi con un bottone dorato e nero laccato. Il look, da tutti i giorni era semplice ma raffinato, i dettagli pochi ma essenziali ed io mi sentivo bene.







Altro giro, altra corsa. Scelgo un paio di abitini fino a che non ne provo uno che Toh! mi sta come vorrei. Questo secondo outfit gioca con le lunghezze midi e non importa imbastirlo con gioielli o scarpe di chissà quale genere. Il vestito è crema, ha un ampio scollo sul davanti, maniche a tre quarti, tasche laterali quasi invisibili ed una ricca passamaneria preziosa e floreale sul davanti per evidenziare e mettere in luce giocando con il colore neutro, delicato e quasi abbagliante dell'abito. Un boom di primavera era quello che mi serviva per uno stile dal mood un pò più elegante ma comunque comodo, semplice e sopratutto versatile.



Per finire, Angela mi da la T-shirt omaggio che io abbino per il terzo ed ultimo outfit ad un paio di pantaloni in jersey con polsino in fondo e banda laterale bourdeaux in raso per dare un contrasto decisivo. La vita è alta e la tee la ripongo dentro. Completo il tutto con una felpa con zip e cappuccio sul retro in tessuto damascato per uno stile sporty chic. 
"Libertà cosmopolita". Questo è stato il messaggio che ho lasciato sulla lavagnetta B.Yu perchè era ciò che l'intera collezione mi ispirava. La leggerezza dei tessuti più morbidi e svolazzanti, accostata ai ricami, i dettagli ricercati e la voluminosità degli altri, mi ha dato come la sensazione che avessi a che fare con un qualcosa adatto a tutti i giorni, da indossare in una grande città, per il lavoro, per uscire a fare un aperitivo con gli amici, per andare in centro a sbrigare le ultime commissioni sentendosi libere di viaggiare, di muoversi e essere - naturalmente - B.Yu




Vi invito a seguire la pagina facebook di B.yu perchè il blogger day di Firenze ha caratterizzato solo una delle tante tappe che coinvolgeranno il brand e le fashion blogger in tutta Italia, quindi restate connessi.  

Un grazie speciale va a loro :
Sandra Bacci di Smilingischic
Greta Miliani di In Moda Veritas
Iris Tinunin di Stylosophique
Eleonora Pellegri di Gomitolo Blu
Federica Santini di 21 Grammi
Elisa Zanetti di Nameless Fashion Blog
Lucia Giusti di Legally Chic
Giulia Parigi di Julia Loves Art
Ylenia Ravagli di Les Images en un clic 
Sara Bucchi



Ma sopratutto va allo staff, al personale e alla favolosa Angela.

Un bacio,

G.




You Might Also Like

4 comments

  1. Scrivi in un modo veramente coinvolgente e travolgente. Fai sentire il lettore coinvolto nella situazione e se non fossi stata li, mi sarei precipitata a vedere il sito dopo essermi deliziata con il tuo articolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Fede, mi fa piacerissimo!! un bacione a te!

      Elimina
  2. è vero sono d'accordissimo con Federica, scrivi davvero bene! Un bacione grande a tutte e due!

    RispondiElimina

Actually you love

Mai 'na Gioia? Da Intimissimi puoi.