Piccole, grandi donne : libere dalla paura.

22:51:00


Stasera mi sento ispirata ma non dalla solita vena ironica e buffa che spesso fa da padrona in questo blog. Mi piacerebbe dedicare quattro righe ad una tematica che giorno dopo giorno, ora dopo ora, minuto dopo minuto si fa sempre più spazio tra la società, in maniera brutale, ingiusta e terrificante. 
Una tematica la quale ha come costante principale la violenza. 
Novantanove potrebbe essere un semplice numero. La realtà dei fatti ci indica invece la quantità di donne uccise dall'inizio del corrente anno. Non è poco. E' troppo. 
Si tratta di un'elevata percentuale di donne e ragazze, la cui vita è stata troncata nello stesso identico modo in cui può essere spezzato un grissino. Senza se, senza ma. Sogni, speranze, barattoli pieni di entusiasmo, kg di sorrisi, vallate di emozioni ed ettari di voglia di vivere sono serviti a ben poco a quelle donne la cui unica "colpa" era quella di essere tali. Il fenomeno in questione sta subendo una notevole diffusione in tutto il territorio e le notizie a riguardo fanno capolino come il prezzemolo. La battuta di arresto al momento ha il semaforo verde, continua la sua corsa, non si affatica, riesce a stare a galla mentre ad affondare è il genere femminile. I numeri aumentano esponenzialmente, si quadruplicano, si moltiplicano. Nel frattempo noi siamo qui, "ignari" ma consapevoli. Ecco perchè voglio che un pensiero vada a tutte loro che oggi, non possono comprare la borsa che sognano, non possono più aspettare i saldi, non possono più farsi belle per uscire con le amiche, non possono più essere indecise su cosa indossare, non possono più lamentarsi di non avere nulla nel guardaroba, non possono più vivere la vita che qualcun'altro ha deciso di manovrare al posto loro, non possono più essere libere e spensierate, non possono più leggere i nostri blog e domandarsi se l'outfit che proponiamo sia di loro gusto o meno. 
E un altro pensiero va invece a tutte quelle che ce l'hanno fatta a denunciare i fatti, portandoli alla luce del sole e a quelle che pur essendo state "deturpate" fisicamente e psicologicamente, oggi vivono la realtà che le accompagna come fosse l'inizio di una nuova era. Un era - forse - migliore. O almeno, si spera.



Perchè sarebbe bello poter vivere libere dalla paura come delle piccole, grandi donne.

G. 



You Might Also Like

0 comments

Actually you love

Mai 'na Gioia? Da Intimissimi puoi.